www.andrearocca.it
www.andrearocca.it

CALENDARIO ESCURSIONI 2020


ATTIVITA’ SOCIALE 2020

 

12 Gennaio - GITA IN BRUGIANA

 

Partenza dall’inizio della strada sterrata per Bergiola Foscalina, che si raggiunge superando con facilità un dislivello di 100 mt. Circa.

Su tracce di sentiero sopra l’abitato, prive si segnavia CAi, si raggiunge la strada di arroccamento della  cava Conbratta  (segnavia  151) che conduce verso la Rocchetta poi seguendo il crinale si raggiunge quota mt. 974 una delle due cime del Monte Brugiana. Da qui si raggiunge sempre sul sentiero 151 la vetta con la croce, dalla quale si può apprezzare uno straordinario panorama sulle Apuane e sul Mare, nonché sui bacini marmiferi di Carrara, il tutto per comprendere meglio le ragioni della necessaria difesa delle apuane.

Dalla “Croce” dopo una pausa seguendo il sentiero 152 sul versante mare si raggiunge la strada sterrata, percorsa la quale per un breve tratto si prosegue sul crinale sino al “Sacrario  -  Monumento ai caduti della Resistenza.”  Da qui sempre sul bosco di castagne si arriva al Centro Trekking per una meritata sosta e un buon caffè.

Poi si riprendono le tracce antiche e i sentieri che ci riportano al punto di partenza, “strada sterrata per Bergiola Foscalina”

 

Partenza ore 8.30 da Massa ex Piazza delle Corriere

Trasferimento con mezzi propri.

 

Dislivello : circa 600 mt.

Percorrenza :  5-6 ore

Adatto a escursionisti ben allenati

Difficolta  : E e per breve tratto  EE (Adatto a escursionisti ben allenati).

 

Accompagnatori: Fabio Manfredi, Giuseppe Spera Lazzini, Sauro Quadrelli, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

19 Gennaio - SENTIERO DEL BIZZARRO

 

Si segue l’indicazione per il paese di Forno e poco prima del Monumento ai Caduti della Strage Nazifascista del giugno 1944 si comincia a salire a piedi a sinistra lungo l’antica mulattiera conosciuta come la via del Bizzarro segnavia CAI 169. Il percorso si inerpica rapidamente in ambiente severo, caratterizzato da una vegetazione tipica della macchia mediterranea e con ampi tornanti e, in circa 1 ora ,si raggiunge il paese delle Casette a  mt. 350 s.l.m. Attraverso un percorso a gradini con alcune svolte, si raggiunge la casina Rossa costruzioni in mattoni che era la vecchia fucina del fabbro e da lì in pochi minuti  la cima Gioia , lo spartiacque tra i comuni di Massa e Carrara. Da qui il percorso prosegue in cresta da dove si  gode un ampio panorama a 360° dalla marina ai monti, alle spalle la costa Apuo-Versiliese e di fronte la catena delle Alpi Apuane e tutti i bacini marmiferi . Si raggiunge il colle del Vergheto e poco dopo si prende un sentiero sulla sinistra che prima sale a Cima d’Uomo  e poi si prosegue per un comodo sentiero  che riconduce al paese di Forno.

 

Difficoltà: E

Dislivello: + 550, -550

Ore di cammino: 5/6

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Mirko Barsanti, Elisa Cocci, Mario Leotta , Alberti Francesco

 

 

26 Gennaio – ALPINISMO GIOVANILE - ORIENTAMENTO

 

Il gioco dell’orientamento, chi troverà la via giusta?

 

2 Febbraio -  IL PRIMO SOLE AMEGLIA MONTEMARCELLO LERICI AMEGLIA

 

Partenza dal paese di Ameglia e si sale fino a Cambia, si scende fino alla località La Serra con um panorama sul golfo di Lerici, San Terenzo, Porto Venere e Palmaria. Si scende fino a Lerici, poi si sale per il sentiero sopra Tellaro e Fiascherino. Arriviamo a Zanego e poi si ritorna ad Ameglia

 

Difficoltà: E

Dislivello: + 550, -550

Ore di cammino: 5/6

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

Direttore di gita : Alberti Francesco

 

 

 

 

 

 

9 Febbraio -  CIASPOLATA A PRATOSPILLA CON  SENIOR CAI CARRARA

 

Per il secondo anno alcune delle nostre escursioni saranno realizzate insieme ai soci della Sezione di Carrara. Per i dettagli sarà apposta locandina sia in sezione nostra che in sezione a Carrara

 

Difficoltà: E

Dislivello: + 150, -150

Ore di cammino: 4/5

Accompagnatori: Giuseppe Poli, Brunella Bologna, Giuseppe Lazzini Spera, Sauro Quadrelli, Fabio Manfredi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

 

23 Febbraio – CIASPOLATA RIFUGIO SARZANA

 

Ciaspolata con la Sezione al Rifugio Sarzana con programma da definire in base alla neve.

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Mirko Barsanti, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

23 Febbraio - ALPINISMO GIOVANILE – SULLA NEVE

 

La neve: costruiamo un igloo?

Corse e scivoloni sulla neve

 

 

1 Marzo - MONTE PIGLIONE

 

Il monte Piglione è un rilievo di erti prati con rocce affioranti, culminante con una cresta orientata da Nord-ovest a sud-est sulla quale si riconoscono le tre quote 1233,1190, 1188 m. E’ la montagna posta più ad oriente delle Alpi Apuane e la più alta della dorsale  divisoria che si distacca poco a sud della foce del Crocione , in direzione est a dividere le valli della Turrite Cava e del Rio Pedonia, mentre a nord si affaccia sulla valle del Rio delle Campore

Dal paese di Metato m. 450  si sale alle “casette” e si prosegue verso il contrafforte nord-ovest del monte Prana. Lo si scavalca a quota 850 mt su prati e si traversa tutto il versante settentrionale del Monte Prana fino a giungere a campo all’Orzo, cosiddetto per le sue terrazze un tempo coltivate .

Si sale in direzione nord , tenendosi  sulla destra del crinale spartiacque  per poi proseguire in leggera discesa  verso la foce del Crocione. Al valico si prende a destra per un sentiero segnavia n. 103 che contorna la testata della Turrite del Pascoso fin dove esso scavalca il crinale settentrionale del Monte Piglione , si sale diagonalmente prima nel versante nord-ovest e successivamente nel versante sud-ovest dirigendosi in prossimità della quota 1190 m. fino a giungere alla vetta del Monte Piglione quota m 1233 m. Il ritorno seguirà lo stesso sentiero dell’andata

 

Tempo percorrenza : 6/7 ore circa

Livello di difficoltà : E

Dislivello : 800 metri circa

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

8 Marzo - CINQUE TERRE – ALTA VIA DEI MONTI LIGURI

CASTELLO DI MADRIGNANO – MONTE APICELLA – CASONI

 

Si raggiunge in pulmann il paese di Madrignano con il tipico Castello, visibile anche dall’ Autostrada all’ ingresso della Val di Vara in direzione Genova, da qui per il sentiero 171 si sale alla Foce Carsachi Mt. 702 per raggiungere poi il Monte Apicella mt. 827. Da qui per strada sterrata si raggiunge il tracciato dell’ Alta Via Dei Monti Liguri che percorreremo fino al Passo dei Casoni.

Troveremo il pulmann che ci riporterà a Massa

 

Difficolta : E

 

Dislivello : 450/500 mt.

Ore di cammino : 5.00/6.00 ore escluso soste

 

Accompagnatori: Fabio Manfredi, Gianluca Riccardi, Sauro Quadrelli, Giuseppe Spera Lazzini, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

15 Marzo - PULIZIA SENTIERI CON LA SEZIONE

 

Consueto incontro con i soci per una giornata da dedicare tutti insieme alla pulizia dei sentieri di nostra competenza. Verrà data tempestiva comunicazione ai soci del sentiero da pulire e tutte le informazioni necessarie per la facilitare la partecipazione.

 

 

22 Marzo -  INTERSEZIONALE CAI TOSCANA SUL SENTIERO ITALIA

CRETE SENESI DA TORRENIERI A MONTE OLIVETO

 

La gita si svolgerà in collaborazione con altre sezioni CAI toscana dopo la meravigliosa esperienza dell’anno 2019 alle Foreste Casentinesi e si inserisce in un progetto di annuale condivisione escursioni delle sezioni CAI Toscana.

 

Programma da definire – al momento la gita è programmata per un giorno e utilizzeremo l’autobus

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

22 Marzo -  ALPINISMO GIOVANILE – GIORNATA PER L’ AMBIENTE

 

Le sorgenti, gli animali piante, fiori e frutti delle nostre Apuane

 

 

 

28 Marzo - ASSEMBLEA DEI SOCI IN SEDE A CANEVARA – VOTAZIONI NUOVO CONSIGLIO DIRETTIVO

 

Approvazione bilanci di gestione e presentazione delle attività per il 2020, Votazioni per rinnovo consiglio direttivo

 

29 Marzo  SANT’ EUSTACHIO – FOLGORITO – CERRETO – SANT’ EUSTACHIO

 

Partenza da Sant’ Eustachio, dalla Chiesa per stradine e sentieri interni all’ abitato si arriva alla località Cantoresa. Da qui per sentiero ed antica mulattiera nei boschi di castagno si sale alla Maestà nei pressi della Chiesetta del Pasquilio, presso la quale è prevista la colazione. Da qui si proseguirà fino al Termo e al Monte Belvedere per il pranzo. Nel pomeriggio si ritornerà alla chiesetta del Pasquilio e poi alla Maestà dalle quale per sentiero e strada sterrata si raggiungerà la località Crocello e sempre per comoda viabilitàe scalinate si raggiunge il paese di Cerreto. Dal paese per strada asfaltata si tornerà alla chiesa di Sant’ Eustachio.

 

Difficolta : T/E

 

Dislivello : 450/500 mt.

Ore di cammino : 5.00/6.00 ore escluso soste

 

Accompagnatori: Fabio Manfredi, Gianluca Riccardi, Sauro Quadrelli, Giuseppe Spera Lazzini, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

5 Aprile - PULIZIA SENTIERI CON LA SEZIONE E L’ ALPINISMO GIOVANILE

 

Consueto incontro con i soci e con i ragazzi dell’ Alpinismo Giovanile per una giornata da dedicare tutti insieme alla pulizia dei sentieri di nostra competenza. Verrà data tempestiva comunicazione ai soci del sentiero da pulire e tutte le informazioni necessarie per la facilitare la partecipazione.

 

 

 

19 Aprile -  ALPINISMO GIOVANILE – IN VETTA

 

Salita in una tra le più caratteristiche vette delle Apuane

 

19 Aprile - MONTE FREDDONE

 

La partenza da Tre Fiumi dopo la galleria del Cipollaio m. 750, dove imbocchiamo il sent. n.128 che sale e entra nel bosco misto castagno e faggio. Si superano alcuni ruderi e capanni, fino ad una curva a gomito posta sopra l’alpeggio del Puntato m. 1070 dove procediamo diritti in salita lungo una traccia non segnata che in breve termina. Incominciamo a risalire la cresta sud-est del Monte Freddone, con tratti di facile arrampicata e esile traccia però facilmente intuitiva. Dopo una ripida risalita del pendio roccioso misto a paleo,  si raggiunge la cima di questo sperone strapiombante e panoramico, m. 1.340. Ora si prosegue lungo il crinale roccioso, molto esposto dove occorre prestare massima attenzione, la roccia non è mai scivolosa e offre molti appigli per le mani. Dopo poco si raggiunge la vetta m. 1.479 dove è presente una piccola croce di ferro.

Dopo la giusta sosta, si scende nel sentierino della via normale evidenziata da segnale di colore azzurro. Dopo aver superato tratti di bosco di faggio e alcuni salti di roccia, si raggiunge il Passo di Fociomboli m. 1.280 dove scendendo in direzione Passo Croce si devia a destra lungo il sent. 129 che raggiunge il paesino disabitato di Campanice m.1.050 dove è presente una chiesa in pietra. La discesa prosegue diritta e rapida verso il fondo del canale dove imbocchiamo una sterrata che riporta in breve alla Strada Statale da cui in direzione di Castelnuovo Garfagnana ci riporta ai Tre Fiumi.

 

Tre Fiumi m. 750 – bivio del Puntato m. 1.070 – vetta del Monte Freddone m. 1.479 – passo Fociomboli m. 1.280 – Campanice m. 1.050

 

Tempo percorrenza :  5 / 6 ore circa

Livello di difficoltà : EE

 Dislivello :  750 metri circa

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elica Cocci, Mario Leotta

 

26 Aprile - SENTIERO ITALIA – RIFUGIO CASENTINI AL MERCATELLO VERSO PASSO ANNIBALE

 

Faremo una parte del Sentiero Italia CAI partendo da Rifugio Casentini al Mercatello fino al Passo Annibale e ritorno

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta

 

1 Maggio - RIFUGIO NELLO CONTI – SEZIONE IN RIFUGIO CON RITROVO DI TUTTI I SOCI

 

Escursione lungo la Via Vandelli al Rifugio Nello Conti per un incontro tra tutti i soci con la possibilità di salita alla vetta della Tambura .

 

Difficoltà : E (fino al Passo Tambura)-EE (fino alla Vetta)

Ore di cammino : 3 al rifugio+1,5 per la vetta Dislivello: 900 m al rifugio+450 m per la vetta.

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta

 

9 Maggio – CICLOESCURSIONISMO INTERSEZIONALE CON IL CAI DI LUCCA

 

Programma da definire

 

Accompagnatore: ASE-C Riccardi Gianluca

Direttori di gita – Simone Del Sarto e Marco Cantarelli

 

10 Maggio - TREKKING MONTIGNOSO ORGANIZZATO DA “ASSOCIAZIONE IL BORGO INCANTATO”

 

La Sezione parteciperà alla manifestazione organizzata a Montignoso da “ASSOCIAZIONE IL BORGO INCANTATO”  dal Cinquale al Pasquilio.

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta

 

24 Maggio -  DAL PASQUILIO AL FOLGORITO – MONTE FOCORACCIA (LINEA GOTICA)

 

Con le auto ci porteremo al piazzale del Termo in località Pasquilio 827 mt. (dove è situata una grande stele in onore dei partigiani), seguendo il sentiero n° 33 raggiungeremo il Passo della Focoraccia, 1149 mt. Dal quale poi per traccia di sentiero di cresta torneremo verso il Monte Carchio 1078 mt. E da qui sempre per traccia di sentiero arriveremo alla vetta del Monte Folgorito 837 mt., raggiungeremo poi la “Capanna Garibaldi” dove meteo permettendo provvederemo a riscaldarci e rifocillarci con un appropriato pasto. Poi seguendo il sentiero n° 140 torneremo verso le auto al piazzale del Termo in località Pasquilio.

 

Difficoltà : E/E+

Dislivello : 650 mt.

Ore di cammino : 5/5.30 ore escluso soste

Accompagnatori : Fabio Manfredi, Giuseppe Spera Lazzini, Sauro Quadrelli, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

30 – 31 Maggio  ALPINISMO GIOVANILE – AL MONTE FORATO

 

Verso il Forato seguendo i sentieri ed i ripari dei pastori, un percorso di due giorni di avventura

 

31 Maggio MONTE CASAROLA – ALPE DI SUCCISO

 

Partendo da passo del Cerreto 1.253 m slm, l’escursione permette di toccare due cime dell’ Appennino  Emiliano, il monte Casarola versante sud sentiero 675 re Alpe di Succiso  2.061 m. slm

Da Ospedalaccio  imbocchiamo  il sentiero 671 e si affronta una brusca salita lungo le pendici erbose del Monte Alto e poi una fitta faggeta per raggiungere prima una sorgente ,quindi Costa della Marinella ed infine arrivare alla conca del Prataccio , fondo occupato dalle sorgenti del Secchia. m.1536 slm. La Conca del Prataccio è un ampio catino di origine glaciale , dominato dalle creste dell’Alpe Marina , di Pietratagliata, della Spiaggia Bella, del Casarola; fra metà del 400’ e il 1847alle sorgenti del Secchia confinavano tre stati. Dalla conca si devia sulla destra segnavia 675 per sella Casarola, iniziando una lunga ma graduale salita lungo il versante sud del Monte Casarola fino ad arrivare all’ampia erbosa  sommità del Monte Casarola m.1978 slm.

Da qui con facile sentiero di cresta si raggiunge la vetta dell’Alpe di Succiso  m. 2061 slm.

 L’alpe di Succiso è completamente posta in territorio emiliano ed è una delle sette cime dell’Appennino settentrionale sopra i 2000 m.

La discesa avviene per filo di cresta discendendo dapprima al passo di Pietratagliata per ricongiungerci all’ intinerario  dell’ andata nella Conca del Prataccio

 

Dislivello : 800 m.

Difficoltà : E (escursionisti allenati)

Tempo percorrenza : 7/8 ore

Auto proprie pranzo al sacco

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

2 Giugno – MUSICA SULLE APUANE – SANT’ ANNA DI STAZZEMA ORE 15.00

 

Concerto in occasione della Festa della Repubblica

Luca Franzetti - Violoncellista

 

Verrà effettuata una escursione da Farnocchia  a Sant’ Anna di Stazzema ad anello intorno al Monte Lieto

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta

 

7 Giugno - PULIZIA SENTIERI CON LA SEZIONE

 

Consueto incontro con i soci per una giornata da dedicare tutti insieme alla pulizia dei sentieri di nostra competenza. Verrà data tempestiva comunicazione ai soci del sentiero da pulire e tutte le informazioni necessarie per la facilitare la partecipazione.

 

14 Giugno - CICLOESCURSIONISMO - APUANE IN BIANCO 

 

Giro tra le cave, escursione con il chiaro scopo didattico di divulgare il problema cave e montagna

 

Accompagnatore: ASE-C Riccardi Gianluca

Direttori di gita – Simone Del Sarto e Marco Cantarelli

 

14 Giugno - FERRATA SIGGIOLI

 

Il percorso si sviluppa in un bello e regolare sperone roccioso della spettacolare pare nord del Pizzo d’Uccello. La partenza da Ugliancaldo m.800 circa dalla sbarra posta lungo strada sterrata si devia a sinistra si raggiunge la Cava dei Vecchi Macchinari cava del Cantonaccio. Oltrepassate le cave si entra nel bosco e superate facili fasce roccioso, si raggiunge un ballatoio alberato ai piedi delle placche basali dove il cavo metallico indica chiaramente l’inizio della Ferrata SIGGIOLI m. 980 circa.

La risalita della ferrata è faticosa, dapprima in aderenza con alcuni passaggi un po’ atletici fino a raggiungere un piano inclinato con presenza di alberelli. In breve si raggiunge la cresta dello sperone. I successivi due terzi del percorso ferrato, si sviluppano sul filo della cresta, la pendenza è quasi costante, solo attenuata da alcuni pulpiti per poi arrivare su una lastra di marmo bianco e rosa che offre ottime condizioni di aderenza. Si raggiunge quindi la Foce Siggioli m. 1.400 circa  da dove si rivede la luce del sole sbucando sulla Costiera della Capradossa. Da questa postazione spettacolari gli scorci del M. Pisanino, del M. Cavallo e del M. Gendarme.

Ora ha inizio il rientro e imbocchiamo il sentiero si sinistra n.181 che fedelmente percorre il filo della Costiera di Capradossa (percorso molto aereo) fino a raggiungere il massimo della quota m. 1.470 circa. Inizia ora la discesa lungo prati e proseguendo decisamente a sinistra lungo il sentiero n.192 fino a raggiungere il Poggio Baldozzana m. 1.330 circa. Entrati poi nel bosco si prosegue rapidamente fino a raggiungere la marmifera a pochi metri dalla sbarra.

 

Ugliancaldo m. 800 – Cantoni di Neve – attacco Vecchia Ferrata Siggioli m.980 – Foce Siggioli m. 1.390 – Costiera di Capradossa m. 1.470 – Poggio di Baldozzana m. 1.330 - Ugliancaldo

 

Tempo percorrenza : 7/8 ore circa

Livello di difficoltà : EEA

 Dislivello  : 700 metri circa

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

 

 

 

21 Giugno – MUSICA SULLE APUANE – RIFUGIO ROSSI CON COLLABORAZIONE CAI LUCCA

 

Concerto Microband

 

Verrà effettuata una escursione da Piglionico fino al Rifugio Rossi con ritorno

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

 

20-21 - Giugno ALPINISMO GIOVANILE – AL PUNTATO IN TENDA CON SALITA AL FREDDONE

 

In tenda al puntato in autogestione (piccoli cuochi). La domenica tutti sulla vetta del Freddone a godere la visione spettacolare delle Alpi Apuane

 

 

28 Giugno – SENTIERO 41 DA BORGO DEL PONTE AL PIAN DELLA FIOBA E ORTO BOTANICO

 

Partenza dal parcheggio ex Cat , direzione Borgo Ponte. Al Ponte di Ferro per via Fossa Ceca in direzione Castagnetola per proseguire lungo il sentiero che sulla destra del Frigido raggiunge il paese di Canevara.

Da questo si prosegue per il Ponte della Tavella e la mulattiera che conduce ad Antona.

Dal paese si prosegue per il sentiero 41 che attraversando più volte la Strada Provinciale si raggiunge la maestà della Foce.

Da qui si raggiungono i Rifugi di Pian Della Fioba e poi l’ Orto Botanico con visita guidata.

Rientro con Bus/Pulman

 

Difficoltà : E

Dislivello : 900 mt.

Ore di cammino : 5.30/6.00 ore escluso soste e visita Orto Botanico

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

2 – 3 -4 - 5 Luglio -  GITA DELLA SEZIONE SUL MONTE BIANCO

 

Anche quest’ anno la consueta gita da rifugio a rifugio con programma da definire

 

Livello di difficoltà : EE /EEA

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

5 Luglio – MUSICA SULLE APUANE – SUI SENTIERI DEL PUNTATO

 

Ensemble OrtAttack dell’Orchestra Regionale Toscana con programma ed escursione da definire

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

19 Luglio – MUSICA SULLE APUANE – PIEVE DI BERGIOLA FOSCALINA

 

Duo Francesco Dillon e Gioia Giusti, violoncello e pianoforte

 

Verrà effettuata una escursione con percorso da decidere al momento

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

 

19 Luglio – CICLOESCURSIONISMO – APPENNINO PARMENSE – ZONA CENTO LAGHI

 

Percorso da definire

Accompagnatore: ASE-C Riccardi Gianluca

Direttori di gita – Simone Del Sarto e Marco Cantarelli

 

24-27 Luglio – ALPINISMO GIOVANILE - AUTOGESTIONE IN DOLOMITI

 

Quattro giorni nel magnifico ambiente delle Dolomiti in un rifugio autogestito

 

26 Luglio – MONTE FORATO DA STAZZEMA

 

Con auto proprie raggiungiamo il sentiero che parte dalla fine della strada asfaltata proveniente da Stazzema e prendiamo il sentiero per Casa Giorgini.

Il primo tratto è numerato 5/6 perchè comune a tutti e due i sentieri, ma ben presto arriviamo alla biforcazione.
Dobbiamo tenere la sinistra ed imboccare l'ampia pietrosa mulattiera che sale contrassegnata dal nr.6 lasciando a destra il nr.5 che porta invece al Rifugio Forte dei Marmi.
Saliamo comodamente prima tra i castagni e poi tra i faggi fino ad incontrare ed oltrepassare lo sterrato che porta a Casa Giorgini, che ritroveremo sul sentiero poco sopra.
A sinistra, scorci tra i faggi, ci fanno intravedere la vetta della Pania della Croce, mentre salendo più in alto, a destra, ci ritroveremo sotto le strapiombanti pareti, prima del Procinto e poi del Nona.
Ignorando i vari sentieri che a sinistra salgono dai paesi a valle, e, a destra, conducono, i primi al Rifugio Forte dei Marmi, gli altri al Passo delle Porchette e al Monte Croce, proseguiamo sempre per il nr.6, che innalzandosi ci offre belle viste sulle Panie e sul Corchia.
In circa 2 ore ci ritroviamo così alla Foce di Petrosciana (m.961).
Qui prendiamo il sentiero 110, che inizia inerpicandosi sulle roccette a sinistra della foce e che passando per il crinale presenta alcuni metri esposti ma agevolati da un provvidenziale cavo di acciaio (diff. EE).

A questo punto proseguiamo fino ad arrivare all’ Arco del Forato.

Il ritorno verrà effettuata dal sentiero 12 che scende verso Fornovolasco, prendiamo il 131 e ritorniamo a Foce di  Petrosciana. Da qui si prosegue per Casa Giorgini e poi alle auto

 

Difficoltà : E/EE+

Dislivello : 800 mt.

Ore di cammino : 5.30/6.00 ore escluso soste

Accompagnatori : Fabio Manfredi, Giuseppe Spera Lazzini, Sauro Quadrelli, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

2 Agosto – MUSICA SULLE APUANE  – MONTE FOLGORITO

 

Scanzonati, concerto per trio e voce disturbante

 

Gabriele Mirabassi, clarinetto

Nando di Modugno, chitarra

Pierluigi Balducci, basso

David Riondino, voce

In collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo

 

Verrà effettuata una escursione con percorso da decidere

 

Difficoltà: E

Ore di cammino: ore 3.00/3.30

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

9 Agosto – ALPINISMO GIOVANILE - RIFUGIO NELLO CONTI IN TAMBURA

 

Gita al nostro rifugio in località “I Campaniletti”

 

9 Agosto – CICLOESCURSIONISMO – AUTOGESTIONE PASSO ANNIBALE

 

Accompagnatore: ASE-C Riccardi Gianluca

Direttori di gita – Simone Del Sarto e Marco Cantarelli

 

9 Agosto – MUSICA SULLE APUANE  – BIVACCO ARONTE

 

Kinnara, omaggio a Fabrizio De Andrè

 

Concerto sul Monte Tambura, in collaborazione con TAM nazionale e regionale, CAI Liguria e CAI Castelnuovo Garfagnana

 

Verrà effettuata una escursione passando da Gorfigliano fino al Bivacco Aronte e ritorno

 

Difficoltà: E

Ore di cammino: ore 1.30 per arrivo Bivacco Aronte e ore 1.30 ritorno

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

 

 

 

22 - 23 Agosto Rifugio Nello Conti Alba in Tambura

 

Tradizionale escursione al Rifugio Nello Conti con la possibilità di salita in notturna alla vetta della Tambura per ammirare l’alba. Possibilità di pernottamento in rifugio. Per ragioni organizzative iscriversi al più presto.

 

Difficoltà: E (fino al Passo Tambura)-EE (fino alla Vetta)

Ore di cammino: 3 al rifugio+1,5 per la vetta

Dislivello: 900 m al rifugio+450 m per la vetta.

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

24/29 Agosto -  6 GIORNI IN CROAZIA CON SEZIONE DI CARRARA

 

Anche quest’ anno la sezione Cai di Carrara organizza la classica vacanza estiva con la novità che anche la nostra sezione parteciperà a questo evento in collaborazione con loro. La prima riunione per la presentazione e per l’ iscrizione sarà effettuata nel mese di Marzo e resa nota tramite locandina nelle due sezioni “Carrara e Massa” e sui social.

 

Accompagnatori : Poli Giuseppe, Guastini Andrea, Giuseppe Spera Lazzini, Quadrelli Sauro, Fabio Manfredi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

30 Agosto -  PENNA DI SUMBRA – CAPANNE DI CAREGGINE

 

La Penna di Sumbra è il più elevato  monte che si distacca dal crinale principale delle Apuane in corrispondenza del Passo Sella  e che corre in direzione est a dividere le valli della Turrite Secca  e dell’Edron. La vetta si innalza arditamente , con un elegante spigolo , sul passo Fiocca , mentre a sud, una selvaggia parete sovrasta l’ambiente severo e brullo Fosso dell’Anguillara. Verso oriente , invece, il crinale degrada dolcemente verso la Valle del Serchio.

Da Arni ci si inoltra al gruppo di case di oriali dove inizia un sentiero che sale al sovrastante crinale, brullo e sassoso, seguendolo per poi attraversare a destra al di sotto di lastroni, fino a scavalcare la cresta sud del monte Fiocca, . Superato il boasco del fatonero, raggiungiamo la sella erbosa a monte della quota 1482 slm e girado a sinistra, per erbe e lastroni, arriviamo al passo Fiocca.

Dal Passo Fiocca ci si porta alla base dello spigolo ovest della Penna di Sumbra. Si segue verso destra  una ampia cengia, e per erto canalino di erbe e e rocce rotte, attrezzato con csavo metallico, si raggiunge l’erbosa calotta della Penna di Sumbra.

Scesi sulla vetta . affrontiamo il crinale roccioso, caratterizzato da saliscendi, su facili rocce al sommo della selvaggia parete sud, con magnifica vista sul tratto più imponente della parete.

Abbandonato il crinale, scendiamo in direzionedialcube terrazze boscose, percorrendo un sentiero pianeggiante  che un tempo serviva le numerose carbonaie della zona, finchè superati gli ultimi faggi, raggiungiamo il crinale in prossimità della quota 1452

Scendiamo ripidamente a destra, fino a raggiungere  e superare alcune case abbandonate , oltrepassando il crinale che scende a Costa  Giovo attraverso una caratteristica fenditura nella roccia e, proseguendo per la ripida mulattiera , arriveremo a Capanne di Careggine

 

Dislivello in salita 850 m, in discesa 930

Tempi percorrenza 5/6 ore

Classifica  EE    -Occorre buona preparazione fisica

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

6 Settembre – ESCURSIONE AL RIFUGIO BURIGONE                                                    

 

Con partenza dal Passo San Pellegrino faremo il “giro del diavolo” per poi raggiungere il Rifugio Burigone dove si potrà mangiare previa prenotazione e poi ritorno ad anello al Passo San Pellegrino

 

Difficoltà: E

Ore di cammino: 3.00/4.00 ore

Dislivello : 400 metri

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

26-27  - Settembre  INTERSEZIONALE CON IL CAI DI PRATO                                                   

 

Gita di due giorni partendo da Massa in treno si raggiunge  Equi Terme.

Traversata delle Apuane con pernottamento in Rifugio Orto di Donna Cava 27 ,per raggiungere la vetta della Tambura e discesa per la via Vandelli fino a raggiungere il paese di  Resceto

 

Livello di difficoltà EE

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci, Mario Leotta

 

27 Settembre  IL GIOCO DELL’ ARRAMPICATA – ALPINISMO GIOVANILE                                                   

 

Prove di arrampicata con i ragazzi

 

4 Ottobre – MUSICA SULLE APUANE – MONTECASTRESE (CAMAIORE)

 

In collaborazione con Slow Travel Fest di Camaiore

 

Verrà effettuata una escursione con percorso da decidere in base alle condizioni climatiche del momento

 

Quartetto d’archi Henao dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

11 Ottobre – RIFUGIO FORTE DEI MARMI – ANELLO DA STAZZEMA

 

Lasciamo l’ auto alla fine della strada asfaltata proveniente da Stazzema verso Casa Giorgini . Il sentiero n° 6 sale a sinistra nel bosco di castagni e, per un breve tratto, si vede lo sterrato in basso che continua la strada asfaltata che abbiamo fatto in auto (iniziata nel 1973 questa avrebbe dovuto collegare Stazzema con Palagnana e il Rifugio Alto Matanna, fortunatamente il progetto non si è realizzato, preservando la bellezza di queste zone).

Proseguiamo verso Casa Giorgini fino ad arrivare al bivio Monte Forato-Rifugio Forte dei Marmi e seguiamo il sentiero n° 6 verso il monte Forato.Arrivati a Foce Moscoso proseguiamo e prendiamo il sentiero n° 8 per Foce delle Porchette e costeggiando il monte Nona arriviamo al Callare del Matanna sentiero n° 109.

Da qui si scende sul sentiero n° 5 al Rifugio Forte dei Marmi dove chi vuole può mangiare.

Dopo pranzo ritorniamo indietro verso Stazzema e davanti alla Fonte scendiamo per il sentiero diretto n° 5 fino a raggiungere l’ auto

 

Difficoltà : E

Dislivello : 610 mt.

Ore di cammino : 5.00 ore escluso soste

 

Accompagnatori : Gianluca Riccardi, Giuseppe Spera Lazzini, Quadrelli Sauro, Fabio Manfredi, Elisa Cocci

 

Direttore di gita Mario Leotta

 

11 Ottobre – ALPINISMO GIOVANILE – LIZZA DEL BALZONE

 

La lizza del Balzone tra storia e natura

 

18 Ottobre – MUSICA SULLE APUANE – EXTRAFESTIVAL - BOSE DI CAREGGINE

 

RacConcerto RESISTENZE, viaggio nella musica di RESISTENZA, da Mozart alla Canzone Popolare

 

Duo Veio Torcigliani e Federico Gerini, baritono/attore e pianoforte

 

Verrà effettuata una escursione con percorso da decidere

 

Accompagnatori: Manfredi Fabio, Quadrelli Sauro, Giuseppe Spera Lazzini, Gianluca Riccardi, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

25 Ottobre – ALPINISMO GIOVANILE – I COLORI DEL BOSCO

 

Gita in Appennino

 

1 Novembre  - CASTAGNATA SOCIALE

 

Tradizionale appuntamento autunnale che potrebbe essere organizzato presso il Rifugietto al Pian della Fioba aperto a tutti i soci e non soci. Verrà comunicato tempestivamente il programma della giornata

 

8 Novembre  - PULIZIA SENTIERI CON ALPINISMO GIOVANILE

 

Consueto incontro con i soci e con i ragazzi dell’ Alpinismo Giovanile per una giornata da dedicare tutti insieme alla pulizia dei sentieri di nostra competenza. Verrà data tempestiva comunicazione ai soci del sentiero da pulire e tutte le informazioni necessarie per la facilitare la partecipazione.

 

15 Novembre - FRANCIGENA DA AULLA A SARZANA

 

La tappa si svolge in gran parte su sentiero, è impegnativa e molto bella, e ci regala il primo panorama sul mare.
Interessanti le atmosfere degli antichi villaggi lungo il cammino, la visita dei ruderi del Castello della Brina e della bella cittadina di Sarzana.

 

Partenza : Aulla, Abbazia di S. Caprasio

 

Arrivo : Sarzana, Basilica S.M.Assunta

 

Lunghezza totale : 17.4 km

 

Tempo percorrenza :  5.30/6.00 ore circa

Livello di difficoltà : E (con buon allenamento)

Dislivello + 415 - 415 metri circa

 

Accompagnatori : Gianluca Riccardi, Giuseppe Spera Lazzini, Quadrelli Sauro, Fabio Manfredi, Elisa Cocci

 

Direttore di gita Mario Leotta

 

6 Dicembre - PRANZO SOCIALE DELLA SEZIONE CON TUTTI I SOCI

 

Come di consueto si terrà il pranzo sociale in luogo da definire aperto a tutti i soci e non soci

 

8 Dicembre - ALPI APUANE : MOSCETA FESTA AL RIFUGIO DEL FREO  - SALITA AL MONTE CORCHIA-RIFUGIO DEL FREO

 

Comitiva A

Un bellissimo itinerario ad anello della catena Sud della Alpi Apuane.

Dal Passo Croce m. 1.150 si procede salendo lungo la Strada di Cava da cui si entra nel Canale del Pirosetto posto tra il terzo e quarto Torrione, è facile e suggestivo e porta senza difficoltà particolari all’inticima ovest m. 1.630 do dove la vetta del M. Corchia m. 1.680 è raggiungibile percorrendo una cresta aerea rocciosa. Da qua notevole è il panorama sulle vette delle Apuane. Si scende poi verso la selletta che supera le due vette del monte e verso il bivacco abbandonato Lusa – Lanzoni. Superato il rudere, si scende per traccia il crinale fino ad una lizza e poi piegare a sinistra tagliando tra prati ad incontrare il sentiero che conduce a Mosceta attraversando un piccolo bosco. Raggiunto il Rifugio Del Freo m. 1.180 facciamo sosta e visita all’interno.

 

Comitiva B

Da Passo Croce al Passo Fociomboli, Puntato e poi salita al Rifugio Del Freo.

Le due comitive ripartono insieme per il ritorno in salita con percorso ondulato e costante tra bosco prima di conifere e poi di faggio, fino a raggiungere Passo Fociomboli m. 1.250 e poi deviare a sinistra lungo strada sterrata fino a Passo Croce.

Passo Croce  m. 1.150 – Canale Pirosetto m. 1.350 – M. Corchia Ovest m. 1.630 – vetta del M. Corchia m. 1.680 – Rifugio Del Freo Mosceta m. 1.180 – Passo Fociomboli m. 1.250 – Passo Croce

 

Comitiva A

Tempo percorrenza  : 7 ore circa

Livello di difficoltà : EE

Dislivello : 700 metri circa

 

Accompagnatori: Bigini Pina, Lazzoni Daniele, Musetti Gino, Alberti Francesco, Elisa Cocci

 

 

Comitiva B

Tempo percorrenza  6 ore circa

Livello di difficoltà E

Dislivello 500 metri circa

 

Accompagnatori: Fabio Manfredi, Giuseppe Spera Lazzini, Sauro Quadrelli, Mario Leotta

 

13 Dicembre – RIFUGIO CARRARA – MONTE BORLA

 

Breve escursione sul sentiero che dal Rifugio CAI Carrara di Campocecina, m. 1320, utilizzando in parte il sentiero 173, attraversa le zone prative al di là del Rifugio e si inoltra piacevolmente nella faggeta del cosiddetto retroborla.

Da lì a poco si abbandona il sentiero principale per salire, con altro sentiero sulla destra, fino alla Casa Martignoni, ubicata in piacevole posizione presso la sommità del Monte Borla, m. 1469, che in breve si raggiunge.

Ampio panorama verso la Lunigiana, le Apuane, le cave di marmo e la costa.

Rientro al Rifugio Carrara per lo stesso itinerario.

Note

Tempo percorrenza  : 1.30 ore circa

Livello di difficoltà : E

Dislivello : 200 metri circa

 

Accompagnatori: Fabio Manfredi, Giuseppe Spera Lazzini, Mirko Barsanti, Sauro Quadrelli, Mario Leotta, Elisa Cocci

 

13 Dicembre – ALPINISMO GIOVANILE – FESTA DI FINE ANNO

 

Cosa abbiamo fatto, cosa faremo

 

19 Dicembre ASSEMBLEA DEI SOCI IN SEDE A CANEVARA

 

In sede si svolgerà l’ annuale assemblea dei soci per fare il punto sull’ attività svolta dalla sezione e parlare poi delle proposte per l’ anno 2021

 

 


www.andrearocca.it